Mia cara amica lettrice, oggi ti parlo di una dieta nata negli Stati Uniti d’America e messa a punto da un chirurgo cardiologo dell’ospedale Sacred Memorial di Saint Louis.
Sto parlando della Dieta del minestrone che agli esordi, era stata studiata per i pazienti in forte stato di obesità che dovevano ridurre drasticamente il proprio peso in vista di interventi chirurgici al cuore.
La dieta durava circa 14 giorni, il tempo sufficiente a produrre un calo di peso dai 7 agli 8 chili: perdita di peso dovuta principalmente alla perdita di liquidi e muscoli, non di grasso.

Questo regime alimentare è stato, poi, adottato nei paesi sviluppati per purificarsi e tornare in forma con ortaggi e verdure a volontà.

Come funziona la Dieta del minestrone?

Questa dieta va seguita al massimo per una settimana e non si basa sulle calorie ma sulla quantità di cibo e, naturalmente, va associata al movimento fisico.
La dieta segue un principio semplice: minestrone e liquidi a volontà in associazione con altri alimenti.
Ogni giorno occorre pesarsi con attenzione e se al quarto giorno hai persi più di 2 chili, significa che stai assumendo poche calorie, quindi dovresti integrare anche una porzione di pane o pasta integrale a pranzo o mangiare 3 fette biscottate a colazione.

Le dosi vanno assolutamente rispettate e si riferiscono al cibo crudo.

Gli alimenti ammessi nella dieta del minestrone sono:

  • tutte le verdure e gli ortaggi,
  • tutta la frutta (tranne le banane e l’uva per i primi 3 giorni), soprattutto anguria, fragole, ciliegie e cocomero,
  • gli infusi in generale,
  • tutti i tipi di pesce,
  • tutti i tipi di carne magra,
  • succhi di frutta non zuccherati,
  • crusca,
  • porzioni di proteine magre (pollo e pesce),
  • patate,
  • frutta.

Sono vietati alimenti come:

  • farina,
  • dolci,
  • cibi fritti,
  • alcool.

Durante l’arco della giornata vanno consumati 2 litri di acqua.

La dieta del minestrone prevede un piano alimentare a base di minestrone di verdure, quindi dal punto di vista nutrizionale, un piatto ipocalorico: il minestrone di verdure ha mediamente solo 45 calorie ogni 100 grammi di prodotto.
Le ricette sono molte e con molte rivisitazioni:

  • se il minestrone è a base di sole verdure, senza aggiunta di condimenti, il piatto può essere considerato decisamente ipocalorico,
  • se si aggiungono degli ingredienti ricchi di carboidrati, come le patate o i legumi, od olio di oliva come condimento, diventa calorico.

Come si prepara il minestrone?

Dieta del minestrone

Il primo suggerimento è di soffriggere la cipolla, l’aglio, il sedano e la carota utilizzando l’acqua al posto dell’olio, per ridurre il più possibile l’apporto di grassi.
Se proprio non riesci ad evitare il classico soffritto, si consiglia di ridurre il più possibile la quantità d’olio utilizzata.
Ingredienti:

  • Cipolle
  • Carote
  • Zucchine
  • Prezzemolo
  • Patate
  • Basilico
  • Aglio
  • Sedano
  • Pomodori
  • Fagioli
  • Zucca
  • Cavolfiore
  • Cavolo
  • Piselli
  • Acqua
  • Sale e Pepe q.b.

Taglia finemente le carote, il sedano, la cipolla e l’aglio e mettili a soffriggere in una grande pentola semplicemente in acqua fredda.
Quando tutto sarà appassito aggiungi le verdure precedentemente lavate, sbucciate e tagliate a cubetti e lascia insaporire.
Copri il tutto con acqua, sala a tuo gusto, fai bollire e lasciare cuocere fino a quando tutte le verdure non saranno ben cotte (circa 45 minuti).
Completa con prezzemolo, basilico e pepe tritato a piacimento.

Dieta del minestrone: menu’ settimanale

GIORNO 1

Colazione
1 tazza di tè deteinato.
Spuntino
1 tazza di succo di frutta esclusivamente privo di zuccheri o con zuccheri naturali, scegliendo possibilmente tra i frutti consigliati.
Pranzo e cena
tutto il minestrone che vuoi.

Durante il giorno, in caso di fame puoi mangiare frutta a piacimento, evitando le banane e l’uva per almeno i primi giorni.

GIORNO 2

Colazione
1 bicchiere di centrifuga di verdura, scegliendo tra carote, pomodori, spinaci, cetrioli e barbabietole.
Snack
come la prima colazione, 1 bicchiere di centrifuga di verdura.
Se vuoi puoi cambiare il tipo di verdura.
Pranzo
un piatto di minestrone,
un piatto di verdure cotte al vapore.
Cena
un piatto di minestrone,
un piatto di verdure cotte sempre al vapore,
mezzo piatto di patate al forno, condite solo con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva.

GIORNO 3

Prima colazione e spuntino
Puoi mangiare tutta la frutta che vuoi (tra quella consigliata) nella quantità che desiderate.
Puoi bere anche infusi vari per combattere la fame durante il giorno.
Pranzo e cena
Tutto il minestrone che vuoi + un piatto di verdura cruda oppure cotta al vapore.

GIORNO 4

Colazione e merenda
un bicchiere di latte scremato o latte di soia accompagnato da una banana.
Pranzo e cena
minestrone a volontà + una banana per ogni pasto

GIORNO 5

Colazione e merenda
1 tazza di tè, preferibilmente deteinato.
Pranzo
minestrone,
250 gr di carne magra cotta al forno o alla griglia.
Insalata mista condita solo con il limone.
Cena
minestrone,
3 fette di petto di tacchino o di pollo e 150 gr di pomodoro condito solo con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva.
Evita prosciutto o altri salumi ad alto contenuto di grassi.

GIORNO 6

Colazione e merenda
una tazza di tè
Pranzo
minestrone,
250 gr di pesce cotto al forno o alla griglia come rombo, spigola o orata.
Insalata mista condita con solo limone.
Cena
minestrone,
300 gr di pollo arrosto senza la pelle,
un piatto di verdure cotte al vapore e condite solo con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva.

GIORNO 7

Colazione e merenda
1 bicchiere di succo d’arancia e tè non zuccherato.
Pranzo
minestrone,
una porzione di riso integrale,
un piatto di barbabietole cotte,
succo di frutta (100%) senza zucchero.
Cena
minestrone,
una porzione di riso integrale con gli spinaci,
succo di frutta (100%) senza zucchero.

Dieta del minestrone: pro e contro

Pro:

  • è senz’altro utile per perdere peso,
  • è una dieta disintossicante utile per chi ha problemi di glicemia e colesterolo alto.
  • è semplice da preparare e seguire (il minestrone si può preparare, congelare crudo già porzionato e poi semplicemente cuocerlo)
  • è utile per chi vuole perdere peso velocemente.

Contro:

  • è una dieta ipoproteica, per cui poco equilibrata: mancano le proteine e, quindi, oltre alla massa grassa, si perde anche massa muscolare.
  • all’inizio della dieta puoi avere mal di testa, stipsi o frequenti evacuazioni, gonfiore addominale, molta diuresi e un po’ di stress.
  • in alcuni casi, gran parte del peso perso è dovuto al rilascio di liquidi, quindi c’è il rischio, quando si riprende a mangiare regolarmente, che si riprendano (con gli interessi) i chili persi.

Gli esperti sostengono che si tratta di una dieta molto squilibrata, depurativa, ma con delle contraddizioni:

  • il caffè ed il tè sarebbero da evitare in fase di depurazione poiché affaticano i reni. Sarebbe da preferire al massimo una tazza di tè verde al giorno, a colazione o a merenda.
  • E’ vero che si consumano più verdure, ma è vero anche in mancanza di altri nutrienti necessari all’organismo, si può incorrere davvero in problemi di salute.

La dieta del minestrone è assolutamente sconsigliata a chi soffre di diabete, di disturbi alimentari, di problemi al fegato ed ai reni.
Prima di sottoporti ad una dieta è fondamentale rivolgerti ad un esperto e chiedere il suo parere, per evitare di perdere la salute insieme ai chili di troppo!

A questo punto, cara amica, è vero che un buon piatto di minestrone fa bene…ma se vuoi perdere qualche chilo in vista di un evento importante o una cosiddetta prova costume, non affidarti a queste diete troppo pubblicizzate e che sembrano valide solo perchè si basano sul mangiare tanta verdura.

Conserva e tratta il cibo come se fosse il tuo corpo, ricordando che nel tempo il cibo sarà il tuo corpo.
(BW Richardson)

A presto cara lettrice,
Cinzia

 

 

 

Condividi
Cinzia Tarchini
Naturopata, Diet Coach, Esperta in Dimagrimento e Nutrizione e autrice del metodo PerdiPesoConMe!, un metodo unico in Italia per dimagrire con programmi che ti accompagnano giorno per giorno per ritrovare il tuo peso forma. Cinzia Tarchini ha fatto della Naturopatia e della Nutrizione non solo il suo lavoro, ma il suo punto di riferimento per la vita quotidiana. "Il cibo può essere una vera e propria medicina". La mia missione è aiutare le persone a ritrovare il proprio peso forma in modo sano e sereno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here