Dieta Drenante: ecco i miei consigli e un aiuto dalla natura

Dieta drenante

Carissima amica lettrice,

che ne dici se oggi affrontiamo un problema che, in misura diversa, coinvolge tutte quante noi donne?
Quando ci sentiamo gonfie, appesantite, cosa ci viene consigliato? Di drenare il nostro organismo!
Per questo oggi ti parlo di Dieta Drenante!

Cosa si intende per Dieta Drenante?

In realtà non è una “dieta” nel senso stretto del termine: non prevede regole rigide né per quanto riguarda le quantità degli alimenti, né le modalità di assunzione, ma viene concepita per aiutare lo smaltimento dei liquidi all’interno del corpo, ovvero per ridurre la ritenzione idrica: i liquidi si accumulano maggiormente nelle zone già predisposte all’accumulo di grassi come:

  • le cosce,
  • i glutei,
  • l’addome.

Contrariamente a quello che si può pensare, la ritenzione idrica è un processo di difesa che l’organismo mette in atto quando si trova in scarsità di liquidi o in eccesso di accumulo di sostanze dannose.
Per farti un esempio e capire bene il concetto: se nel tuo corpo è presente una quantità eccessiva di sale, per evitare che questa alta concentrazione possa danneggiare i tessuti, l’organismo trattiene acqua per “diluire” il più possibile questa sostanza e far sì che non sia dannosa.

La Dieta Drenante è stata pensata principalmente per le donne: quando nascono problemi di gonfiore o ritenzione dei liquidi, causati da squilibri ormonali, come in menopausa, per aiutare l’organismo a riprendere il suo ottimale funzionamento.

Dieta drenante ritenzione idrica

 

I consigli alimentari che aiutano a Drenare

Le cause sono da ricercare in diversi fattori:

  • lo stress che sbilancia la produzione di ormoni,
  • l’inquinamento che stimola la produzione di radicali liberi (i principali imputati al nostro invecchiamento),
  • una scorretta alimentazione che ostacola un buon metabolismo.

Avere un sistema di drenaggio efficace aiuta non solo a perdere peso ma a riequilibrare e facilitare l’eliminazione delle sostanze nocive dal nostro organismo (il lavoro degli organi emuntori! Dettagli a riguardo li trovi nei miei posto Dieta Depurativa e Dieta Disintossicante).

I consigli alimentari alla base di una buona Dieta Drenante sono:

  • Consumare buone quantità di verdura e frutta fresca, che contengono molta acqua, fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti.
  • Consumare cereali integrali:
    carboidrati complessi raffinati come il riso e la pasta, è meglio sostituirli con una fonte di energia “pulita”, come i cereali  integrali quali farro, orzo, miglio, burghul (grano duro germogliato ed essiccato), che contengono molte fibre e aiutano l’organismo a depurarsi, a regolare le sue funzioni intestinali e quindi anche a gestire nel modo corretto l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri.
  • Eliminare gli alimenti troppo dolci, quelli molto salati e quelli ricchi di grassi saturi come carni grasse, formaggi, (soprattutto quelli stagionati) i dolci, il burro, la panna, lo strutto.
    Il sodio (costituente del sale) infatti è un minerale che regola il volume dei liquidi extracellulari dell’organismo; quando è presente in eccesso richiama l’acqua fuori dalle cellule il che provoca un aumento del volume dei liquidi.
  • Bere molta acqua per idratare e arricchire l’organismo di sali minerali.

Il drenante naturale per eccellenza

L’ Acqua

Dieta drenante vegetariana

 

Certamente cara amica, non è un errore di scrittura!
L’Acqua è il primissimo rimedio naturale di drenaggio: è il componente fondamentale per il nostro organismo ed è presente sulla Terra per oltre il 70%!

Le funzioni essenziali che svolge all’interno dell’organismo sono:

  • Depurazione.
  • Trasporto e solubilizzazione dei principi nutritivi (attraverso il sangue).
  • Abbassare la pressione.
  • Ridurre Colesterolo e Glicemia.
  • Regolare l’equilibrio elettrolitico.
  • Protezione degli organi come occhio, orecchio e cervello (quindi migliorare memoria e capacità cognitive).
  • Purificare la pelle.
  • Prevenire l’invecchiamento cutaneo.
  • Ridurre cellulite e ritenzione idrica.
  • Regolare la temperatura corporea.
  • Favorire le funzionalità del sistema linfatico.

Quindi, per riassumere con chiarezza, bere acqua fa bene a:

  • Fegato, perché lo aiuta a depurarsi.
  • Apparato cardio-vascolare, per l’effetto di riduzione della pressione arteriosa.
  • Apparato urinario, perché facilita il lavoro dei reni dell’eliminazione delle scorie.
  • Sistema nervoso, perché il cervello è composto per la maggior parte di acqua.
  • Apparato digerente, perché facilita il transito del cibo dallo stomaco all’intestino, facilitandone l’espulsione.

Insomma…l’Acqua è essenziale per mantenimento del nostro organismo!!! 🙂

È drenante,
È snellente,
È anti-cellulite,
È depurativa,
È sgonfiante,
È purificante.

Inoltre devi ricordare che sono moltissimi i modi in cui puoi introdurre acqua nel corpo, come ben sai.
La puoi assumere sotto forma di:

  • Decotti
  • Tisane
  • Frullati
  • Centrifugati

La frutta e la verdura contengono moltissima acqua, oltre ad essere ricchi di Vitamine, fibre e micro e macro nutrienti!

L’ Omotossicologia interviene per drenare i liquidi in eccesso

Dieta drenante depurativa

 

L’Omotossicologia (etimologicamente significa lo studio dei fattori tossici per l’uomo) chiamata anche Omeopatia Antiomotossica, sostiene che i prodotti naturali utilizzati per curare varie sintomatologie, basano la loro azione su 3 leggi:

  1. Sinergia,
  2. Complementarietà,
  3. Completezza di azione.

I principi attivi all’interno di un prodotto omotossicologico, sono pensati e integrati come composizione e come diluizione, al fine di ottenere il massimo della loro efficacia.

In supporto alla Dieta Drenante, l’Omotossicologia  ritiene che bisogna attuare un drenaggio che tenga conto di:

  • Drenaggio linfatico,
  • Drenaggio connettivale,
  • Eliminazione delle scorie idrofile,
  • (se c’è) concomitante adiposità.

I prodotti che io prescrivo, per esempio, e che sono molto molto efficaci sono:

  1. LYMPHOMYOSOT

    per il drenaggio linfatico e

    GALIUM

    per il drenaggio connettivale

    Il dosaggio è di 30 gocce di entrambi in 1,5 litri di acqua naturale, da bere nel corso della giornata, lontano dai pasti.
    La terapia è per 6 settimane.

  2. PILOSELLA

    in tintura madre
    Un fondamentale aspetto di questa pianta, è di essere un diuretico, antisettico, anti-infiammatorio, ricco di flavonoidi che stimola la funzionalità renale e un aumento di eliminazione di Urea e Acidi Urici .
    Altri ambiti di efficacia sono:

    – i disturbi delle vie respiratorie,
    – gli stati infiammatori del tubo digerente,
    – infiammazioni dell’apparato gastro-intestinale

    Il dosaggio è di 40 gocce 3 volte al giorno diluite in un dito di acqua, per un periodo di 2 mesi.
    La Pilosella è il drenante più utilizzato anche in Naturopatia.

  3. VERGA D’ORO

    Dieta depurativa drenante

    in tintura madre (Solidago Virga Aurea)
    Si tratta di uno dei rimedi più efficaci in Fitoterapia.
    Le sue caratteristiche anti-infiammatorie, antisettiche, antimicotiche e drenanti, lo rendono utilissimo come coadiuvante in una Dieta Drenante.
    Altri ambiti in cui è efficace sono i seguenti:

    – anti-infiammatorio renale,
    – anti-spasmodico per le via urogenitali,
    – anti-spasmodico per l’apparato gastro-enterico,
    – diuretico anti-infiammatorio, batteriostatico usato per infezioni renali acute,
    – infezioni articolari,
    – affezioni intestinali come la diarrea poiché è anti-infiammatorio, immunostimolante e leggermente astringente.

    Il dosaggio che prescrivo è di 40 gocce 3 volte al giorno diluite in un dito di acqua, per un periodo di 2 mesi.

La scelta di prescrivere una pianta piuttosto che un’altra, viene fatta sulla base delle singole caratteristiche delle tinture madri in relazione a:

  • disturbi
  • situazione salutare della paziente,
  • valutazione del problema di drenaggio di ogni singola persona. Si tratti di cellulite o ritenzione idrica o stasi linfatica.

In ultimo, per potenziar l’efficacia delle terapie naturali sopra citate, ti consiglio in abbinamento la:

LINFA DI BETULLA BIANCA o VERRUCOSA

in gemmoderivato.
E’ una pianta molto utile in supporto a terapie di drenaggio linfatico e tessutale, in particolare per articolazioni, tessuti connettivi e vie uro-genitali, è anti-infiammatorio e antalgico (riduce il dolore legato al problema).
Ha, infatti, la caratteristica di essere molto indicato negli stadi più avanzati e persistenti di stasi:

  • attiva i processi di drenaggio degli organi emuntori e dei vasi linfatici,
  • aumenta la diuresi,
  • facilita l’eliminazione delle scorie (Acidi Urici, Urea e Colesterolo),
  • favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Carissima amica, come ti chiedo sempre prima dell’assunzione di una di queste terapie, per quanto naturali, chiedi consiglio al tuo medico che conosce approfonditamente il tuo quadro di salute.
Per il resto, sono a tua completa disposizione per qualunque consiglio a riguardo.
Ti aspetto e ti abbraccio,

Cinzia

Condividi
Cinzia Tarchini
Naturopata, Diet Coach, Esperta in Dimagrimento e Nutrizione e autrice del metodo PerdiPesoConMe!, un metodo unico in Italia per dimagrire con programmi che ti accompagnano giorno per giorno per ritrovare il tuo peso forma. Cinzia Tarchini ha fatto della Naturopatia e della Nutrizione non solo il suo lavoro, ma il suo punto di riferimento per la vita quotidiana. "Il cibo può essere una vera e propria medicina". La mia missione è aiutare le persone a ritrovare il proprio peso forma in modo sano e sereno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here