Mia Cara,
Siamo ormai prossime alle feste!
E se l’articolo riguardante la gestione dei pasti delle feste potrà esserti utile soprattutto per le due giornate di vegetariana liquida e monodieta, quest’altro articolo lo completa.
Lo completa in quanto ti insegna in una piccola lezione di Naturopatia quali possano essere i rimedi naturali sotto forma di tisana, di tintura madre o di gemmoderivato più utili per non accumulare peso durante le feste.
E per smaltirlo subito dopo nel caso un chiletto sia salito inevitabilmente per qualche fetta di panettone di troppo 🙂 .
Infatti la natura che non fa mai nulla per caso, come ci insegnano i più grandi filosofi greci. La natura ancora una volta ci viene incontro con le sue erbe. Le sue erbe, le sue gemme, i suoi fiori che possono avere virtù detossinanti, drenanti o addirittura “accelera metabolismo” non indifferenti.
Provare per credere!

La Fitoterapia

tisane smaltiscifeste

 

Innanzitutto giusto perché tu capisca bene di cosa stiamo parlando e quale possa essere la sua utilità, volevo spiegarti cosa si intende con la parola Fitoterapia.
La Fitoterapia è quella pratica che prevede l’uso di piante per migliorare alcuni disturbi e per mantenere lo stato di salute.
Il termine deriva dal greco “phytòn” che significa pianta. Quindi letteralmente “terapia con le piante”.
Ma non tutte le piante sono utilizzate, né sono adoperate parti di piante tali e quali.
Il Rimedio Fitoterapico è infatti un ESTRATTO DI PIANTE specifiche dette OFFICINALI.
La Fitoterapia, a seconda del tipo d’effetto che desidera ottenere con un fitoderivato, realizza per uso orale, da prendere per bocca:

  1. Tinture madri
  2. Gemmoderivati
  3. Tisane (infusi o decotti)
  4. Estratti Fluidi, Secchi e Totali


“La natura non tollera una salute inguaribile”.
– T. Bernhard –


 

I più efficaci rimedi fitoterapici sotto le feste

rimedi naturali tisane

Scegli il più adatto a te secondo la descrizione 🙂

ASPARAGO IN TINTURA MADRE

Sei a dieta e tendi a trattenere i liquidi?
L’Asparago in tintura madre è un ottimo coadiuvante nelle diete dimagranti, aiuta il drenaggio dei liquidi nelle donne che li trattengono e quindi sviluppano ritenzione idrica e cellulite.

Posologia:
30-40 gocce tre volte al dì in un dito d’acqua lontano dai pasti. Per un’azione depurativa preventiva o drenante generale si può usare la tintura madre di Asparago anche diluito in una bottiglia d’acqua: 150 gocce in 1,5 l da sorseggiare durante la giornata. Dal 15 dicembre al 15 gennaio.

BETULLA IN TAGLIO TISANA

Le feste ti hanno davvero riempita di tossine o scorie provocate dal mangiar male? Ti senti pesante e gonfia?
Rispetto alla Betulla in tintura madre che ha un’azione diuretica e antinfiammatoria, l’Infuso di Betulla privilegia il drenaggio dei liquidi e la depurazione organica. Anche la linfa di betulla è davvero un ottimo drenante, e si può usare anche in gravidanza. Se fossi in dolce attesa e volessi usarla chiedi comunque prima al tuo ginecologo di fiducia.

Posologia:
l’Infuso si svolge secondo il rituale del the inglese, quindi si porta a bollore l’acqua, si toglie dal fuoco e si versa sulla nostra Betulla essiccata (1 cucchiaio raso per 1 tazza da 150 ml) precedentemente messa nella tazza.
Si copre con un piattino per evitare la dispersione dei principi attivi che sono volatili e si lascia in infusione una decina di minuti. A questo punto si filtra, si dolcifica se necessario (ricordati però che ogni cucchiaino di miele costa 20 calorie) e si consuma immediatamente o entro le 24 ore.
L’ideale sotto le feste sono 4-5 tazze al giorno. O una bella thermos da 1 l da portare con te durante il giorno, che corrisponde a 6 tazze circa, con 6 cucchiai rasi di Betulla in taglio tisana.

CARCIOFO IN TAGLIO TISANA

Ha un sapore molto amaro che può essere corretto con la menta (al 5%) anche per la sua azione depurativa del fegato. La Tisana al Carciofo a differenza di quella alla Betulla, di cui puoi bere anche sei tazze in una giornata lontano dai pasti, è da usare unicamente prima e/o dopo i pasti.
Infatti anche prima favorisce la digestione. Dopo il pasto ha un effetto digestivo che può essere utile in caso di abbuffate proprio come quelle natalizie.

Posologia:
1 cucchiaio scarso di Carciofo taglio tisana in 150 ml di acqua, da lasciare in infusione pochi minuti.

FUCUS – QUERCIA MARINA IN TINTURA MADRE

Efficacissimo acceleratore metabolicoma da assumere sotto il controllo medico in quanto agisce sulla tiroide. Utilissimo in caso di ipotiroidismo con sovrappeso ed obesità o in caso di rallentamento metabolico.
In più è fortemente rimineralizzante e apporta molti oligoelementi.
Favorisce l’eliminazione delle tossine da parte degli organi emuntori e migliora la ritenzione idrica.

Posologia:
30-40 gocce due volte al giorno per periodi brevi. Non assumere in caso di tiropatia autoimmune, in caso di ipertiroidismo e/o ipertensione né in gravidanza o allattamento.

CASTAGNO IN GEMMODERIVATO

Se Betulla agisce sul sistema linfatico, Castagno lavora sulla congestione prevalentemente venosa, attivando la circolazione linfatica e prevenendo l’intossicazione e la deposizione dei rifiuti colobalici (di scarto) del metabolismo.
Inoltre Castagno è attivo negli edemi e gonfiori da insufficienza sia linfatica che venosa (quando sono presenti emorroidi o varici per esempio).
Utilissimo anche per la ritenzione idrica premestruale e nei confronti delle panniculopatie come la cellulite della coscia e del ginocchio.

Posologia:
60-80 gocce al giorno anche associato ad una delle tinture madri sopra citate (come Asparago o Fucus appena visti).

NOCE IN GEMMODERIVATO

E qui ti propongo uno dei miei rimedi fitoterapici preferiti!
Nei confronti del mio iperinsulinismo mi ha davvero aiutata, spero che anche voi possiate avere grandi benefici da questo mitico gemmoderivato 🙂
È particolarmente utile in caso di Disbiosi intestinale, che vuol dire pancia gonfia (specialmente dopo i pasti), meteorismo e tutte quelle manifestazioni a carico intestinale che provocano un’alterazione della flora batterica. La Disbiosi spesso si nasconde dietro a disturbi molto più ampi, dal momento che ormai tutta la psicologia è concorde che il nostro intestino rappresenti il nostro secondo cervello.
E la medicina conferma che non può esserci la piena salute organica se l’intestino lavora male.

Quindi: cattiva digestione, stitichezza, meteorismo, addome gonfio …

Ma anche: cambiamenti d’umore, disturbi del sonno, candidosi croniche (in questi casi noce assunto per 2 mesi è eccezionale!), irritabilità e mal di testa, sono manifestazioni dell’organismo che spesso si celano dietro la Disbiosi.
Non di meno il riequilibrio della flora intestinale migliora la risposta difensiva dell’organismo da parte del sistema immunitario.
Inoltre Noce ripristina la funzionalità del pancreas migliorando i processi digestivi e migliorando l’habitat dell’intestino. Noce riequilibria anche la secrezione d’insulina con effetto ipoglicemizzante (abbassa gli zuccheri nel sangue).
Quindi per coloro che soffrono di diabete, di iperinsulinismo o comunque che hanno la glicemia alta e hanno accumulato parecchio sovrappeso mangiando troppi carboidrati, Noce è un davvero un ottimo alleato sia per dimagrimento che per salute.

Posologia:
60-80 gocce al giorno in un dito d’acqua lontano dai pasti per oltre i due mesi.
Utilissimo durante e dopo la terapia antibiotica per 4-8 settimane.

Considerazioni finali

Spero che questa breve carrellata, questa piccola lezione di naturopatia possa esserti stata utile per non mettere peso durante le feste o eliminarlo velocemente subito dopo. Comincia ad assumere uno o più fitoterapici di quelli elencati intorno a metà dicembre e almeno per un mese. Scegli quello o quelli la cui descrizione ha descritto meglio come ti senti.

Ti aspetto al prossimo articolo!

Un abbraccio
Cinzia

Condividi
Cinzia Tarchini
Naturopata Nutrizionista Diet Coach, Esperta in Dimagrimento e Nutrizione. Autrice del metodo per Dimagrire "PerdiPesoConMe!". Cinzia Tarchini ha fatto della Naturopatia e della Nutrizione non solo il suo lavoro, ma il suo punto di riferimento per la vita quotidiana. “Alimentarsi in modo corretto non solo previene la malattia, ma genera salute e un senso di benessere fisco e mentale. E il cibo può essere una vera e propria medicina”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here